Il dottor Kellogg e la sua fissazione per il colon

Nello stato del Michigan è possibile visitare il Battle Creek Museum dedicato ai risultati di un medico letteralmente ossessionato dal ruolo del colon nella prevenzione e nel mantenimento della salute umana.

Il dottor John Havey Kellogg era convinto che la principale causa di tutte le malattie fosse la dieta a base di carne.

Fu lui a sostenere e diffondere negli Stati Uniti d’America degli anni venti l’idea della necessità di ritornare ad una dieta “completamente naturale” dal momento che “i nostri più lontani antenati si cibavano esclusivamente di alimenti di origine vegetale”.

Il motivo per cui Kellogg è universalmente ricordato è la sua principale invenzione: Corn Flakes nel 1897, una ricetta vegetariana che nelle intenzioni dell’autore doveva fornire tutti i nutrienti necessari.

APRO E CHIUDO PARENTESI SUI CORN FLAKES: in questo articolo sto descrivendo una breve storia con spunti sulla salute gastrointestinale, ma cosa sono i Corn Flakes? Io li consiglio?

La mia risposta è no: i Corn Flake sono “vecchi”, hanno pochi spunti di felice riflessione, l’evoluzione della tecnologia alimentare ha partorito quello che ritengo in assoluto uno degli alimenti che dovremmo consumare nel 85% delle colazioni della nostra vita, ovvero gli All Bran; RAGAZZI GLI ALL BRAN SONO SALUTE ALLO STATO PURO !!!

Ritorniamo al nostro doc…

Kellogg era praticamente un infatuato del colon umano: sosteneva che la maggior parte dei disturbi del corpo umano derivassero dal cattivo stato di salute di questa parte del corpo.

Nel 1894 il dottor John Harvey Kellogg usò questa ricetta nella dieta vegetarina imposta ai suoi pazienti, che escludeva anche alcool, tabacco e caffeina.

Il ruolo dei suoi corn flakes sarebbe stato quello di pulire l ‘interno del colon, aiutando ad espellere i contenuti nocivi: in poche parole il cornflake nasce come purificatore e antiafrodisiaco.

Tutto questo processo sarebbe stato coadiuvato da altri due apparecchi: una macchina vibrante e una macchina per clisteri.

La prima aveva il ruolo di stimolare le peristalsi intestinale, ovvero state dicendo al vostro intestino di contrarre la sua muscolatura e aumentare il volume della massa fecale.

La seconda macchina è più curiosa:trattasi dell’antenata dell’attuale macchina usata per l’idrocolonterapia (nella foto un moderno esempio), un apparecchio che pompava più di 55 litri di acqua nel colon in un minuto.

La dieta che imponeva era costituita solamente da cibi insipidi: era infatti un sostenitore dell’astinenza sessuale ( oh mio Dio !!! ) e seguiva i precetti di Sylvester Graham che riteneva che i cibi dolci o piccanti potessero aumentare le passioni, mentre i corn flakes avrebbero avuto un effetto anti-afrodisiaco ( oh ri-mio Dio !!! ).

Una frase cardine del repertorio retorico di Kellogg era “Equilibrate la vostra flora intestinale e vivrete tanto e bene quanto i montanari delle Bulgaria”.

Kellog aveva scoperto la particolare longevità di queste popolazioni ed aveva individuato nel consumo quotidiano di buone quantità di yogurt il fattore principale di tanta beata salute.

La sua fissazione per la salute intestinale fu confermata dagli studio di un batteriologo russo, Il’ja Mecnikov.

Tradizionalmente lo yogurt è stato sempre prodotto con il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus Themophilus, che sono sensibili agli acidi e non passano dallo stomaco al colon in numero sufficiente; i batteri acidofili e i bifido batteri invece passano.

La loro grande capacità è di riuscire realmente ad espellere agenti patogeni come il Clostridium difficile, responsabile della diarrea.

Nei bambini la diarrea è dovuta ad un rotavirus ed alcuni studi hanno dimostrato che alcuni ceppi di Lactobacilli sono in grado di ridurre il problema in maniera significativa.

In generale, dato che il sistema gastrointestinale contiene circa il 70% delle cellule del sistema immunitario, potenziarlo attraverso una buona alimentazione ricca di fibre integrali e una buona integrazione di yogurt e/o fermenti lattici ci porterà solo vantaggi.

The following two tabs change content below.
Sono il dott. Raffaele Nicola Maiullari, nutrizionista. “Fa che il cibo sia la tua medicina, la medicina sarà il tuo cibo” : questa massima di Socrate sarà il mio punto di partenza proprio perché credo fermamente che la cura della nostra salute e del nostro benessere parta necessariamente da una scelta consapevole degli alimenti quotidiani. Leggete gli articoli, commentateli e cercherò di chiarire ogni vostro dubbio.