Il Massaggio Baby Shantala: dalle Mani al Cuore

Nella tradizione Indiana il massaggio riveste un ruolo fondamentale nella cura non solo terapeutica in senso stretto, ma del “prendersi cura” della famiglia, padri, madri, sorelle, vicini, figli e nipoti. Il massaggio ai bambini si chiama Balabhyangam.

Frédérick Leboyer è un medico che ha dedicato la sua vita ad insegnare alle madri a ritornare ad un parto naturale e che ha portato in occidente l’attenzione a massaggiare i bimbi soprattutto dopo aver incontrato a Calcutta “Shantala“, una ragazza accolta da una Organizzazione Caritatevole la “Seva Sangha Samithi“.  Qui ha potuto osservare un giorno il massaggo eseguito dalla marde Shantala ad uno dei suoi figli e da lì vide quanta Luce e Amore c’era in un gesto così semplice e profondo.

Come Terapista Ayurvedica e Madre, Shantala mi ha affinato la capacità di ascoltare il corpo e percepire il Cuore. Il massaggio è l’arte di portare cura, attenzione e nutrimento a tutti i livelli del corpo fisico ed energetico. La nascita è il primo faticoso viaggio che l’essere umano intraprende e le braccia della mamma sono il nido dove trovare calma, calore e amore, dove  tranquillizzarsi e crescere per poi esplorare il mondo. Il contatto fisico è essenziale per sviluppare il senso di protezione, attaccamento, fiducia e soprattutto di amore per sé e gli altri. Il Massaggio permette di aiutare il bimbo a sviluppare un corpo forte e sano, stimola, tonifica, regolarizza il sistema muscolare, respiratorio e immunitario. Attraverso il corpo s’insegna a delineare e definire i confini, alleviare le tensioni e soprattutto infondere la fiducia e l’amore incondizionato dell’accudimento.

La finalità principale del massaggio è la ricerca della comunicazione non- verbale attraverso le mani, gli occhi e la “sola presenza” rappresentando così il momento in cui il genitore e il bebè entrano in profonda relazione e imparano a dedicarsi l’uno all’altra, apportando benefici fisici ed emozionali. Per il bebè: favorisce lo sviluppo armonico del corpo e degli apparati sensoriali; il rilassamento e il sonno;il bounding (l’attaccamento); il piacere e la riduce la percezione del dolore (coliche gassose, dentizione). Per il genitore: rafforza il legame con il bimbo;promuove l’autorilassamento e la corretta postura; provoca soddisfazione nel portare benessere al proprio bebè; sviluppa la comunicazione migliorando la comprensione e la risposta ai suoi bisogni;insegna ad interagire e conoscere i gusti e la personalità del bimbo; aumenta l’autostima e la fiducia rispetto le proprie capacità nel ruolo del genitore; è naturale ed è un gesto d’amore istintivo e basilare.

La pelle è il rivestimento che isola e protegge il corpo dall’ambiente esterno. Grazie ai recettori nervosi rappresenta un importante organo di percezione e di interazione con l’ambiente; ha il compito di proteggere gli organi interni dall’ambiente esterno, dal  freddo e dal caldo, dall’ ingresso di germi e attraverso il sudore aiuta a depurare il sangue favorendo l’ossigenazione degli organi e tessuti. La Pelle è inoltre sede del senso del Tatto e delle sensazioni dolorifiche, è la porta di entrata e di uscita, di scambio e comunicazione tra il mondo esterno e il mondo interno, è un enorme sensore che ci permette di Sentire a tutti i livelli, di inviare informazioni e messaggi a tutti i nostri corpi, dal corpo fisico al corpo spirituale passando per le emozioni e la nostra mente. Attraverso le mani e il Tocco, la pelle ci permette di conoscere la sensibilità e lo stato emozionale di una persona. Il toccare, il con-tatto è un gesto spontaneo e profondo, troppo spesso sottovalutato, represso, censurato, limitato o negato.

Il Massaggio permette di vedere senza occhi, di sentire senza orecchie e di comunicare senza parole; abbatte qualsiasi condizionamento verbale e mentale perché ci costringe a usare tutti i sensi nello stesso momento, a fare esperienza di ciò che stiamo vivendo per riconoscerlo o meno come nostro. Ci permette quindi di entrare in contatto con la gioia e il piacere, con la sensibilità e la dolcezza, così come con il fastidio e il disagio, la paura e la diffidenza, l’isolamento, la chiusura al sentire. E’ la comunicazione oltre la comunicazione, ossia: entrare in Relazione. Il bebè alla nascita è un cucciolo che necessita di nutrimento, cure, protezione e tutto ciò che l’istinto e la razionalità, ci fanno mettere in atto per preservarlo e farlo crescere. La pelle diventa così un sensore straordinario per conoscere e capire il massaggio, ritrovare l’equilibrio e provare gioia e benessere. I  bambini hanno una pelle compatta, coesa, elastica, “pura” ed è estremamente sensibile e delicata quindi occorre fare particolare attenzione per prevenire ed evitare sensibilizzazioni e allergie.

Va praticato a terra su un materassino, in un ambiente caldo e mai ventilato con olio tiepido come quello di Sesamo, Mandorle Dolci – adatto a tutte le pelli e in tutte le stagioni, Girasole – particolarmente d’estate, Riso – specialmente per pelli delicate, intolleranti, celiaci, tutto l’anno, e di Oliva soprattutto d’in inverno nei problemi articolari e bimbi particolarmente freddolosi. Un’altra sostanza-veicolo è il Ghee, di cui ho gia’ parlato in un mio articolo prcedente, nel massaggio riveste un ruolo importante in tutti i disagi cutanei; particolare il suo utilizzo sugli occhi migliorando la vista, proteggendo dagli agenti atmosferici, ottimo in caso di congiuntivite e bruciori/rossori da allergie. Spalmato sotto la pianta dei piedi, il Ghee è in grado di conciliare il rilassamento e il sonno. Un altro metodo utilizzato per il Massaggio è la Pasta di Pane. E’ un semplice impasto di acqua e farina (ottima quella di riso), lavorato fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto come per fare pane o pizza.

La Palla così ottenuta viene leggermente bagnata con dell’olio e massaggiata sulla colonna vertebrale. Da evitare soprattuttto se il bimbo è piccolissimo o molto sensibile al contatto, pressioni eccessive o un incauto utilizzo dei polpastrelli. I movimenti sono sempre delicati ma presenti, leggeri ma forti e profondi quanto una carezza piena di amore, rispettando l’anatomia e le caratteristiche di ogni bimbo. Passaggi lunghi e lenti, rotatori sulle articolazioni (mai frizioni violente e pressioni o stiramenti). Si massaggia tutto il corpo in anteriore viso, torace, pancia, braccia, gambe, piedi e in posteriore schiena, glutei e rafforzando e aiutando i movimenti tonici degli arti. Il Massaggio “Shantala, il Massggio al Bimbo è comunque una base da cui partire per poi integrarla con coccole e carezze, tenendo ben presente che, ogni Massaggio è unico ed irripetibile, una danza di movimenti ed emozioni che partono dalle Mani per arrivare dritte al Cuore. E’ semplicemente fatto di Amore Luce e Silenzio

The following two tabs change content below.

Francesca Antonellini

Francesca Antonellini nasce a Roma nel 1971. Erborista Diplomata c/o la Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Urbino, dopo varie collaborazioni con Erboristerie e Centri di Alimentazione Naturale, nel 1997 fonda l’Erboristeria La Minerva, nel cuore di Roma, gestendola fino al 2007. Nel corso degli anni attraverso la pratica e lo studio continuo si specializza nella Tradizione Erboristica Mediterranea e la Spagyrica; lavora al fianco del Dott. Antonio Granillo Heilpraktiker e Iridologo raggiungendo così una conoscenza e preparazione delle varie tecniche naturopatiche, in particolare delle Intolleranze Alimentari e i Test Kinesiologici. Studia Aromaterapia, Oligoterapia, Floriterapia e i Rimedi Vibrazionali. Nel corso degli anni si appassiona sempre più alla Spagyrica che la porterà al Sistema Ayurvedico come disciplina totale per il raggiungimento del benessere psico-fisico. Studia con la Maharishi Ayurveda seguendo i seminari del Dtt. Paolo Scartezzini e il Prof. Ior Guglielmi sull’uso delle Piante Medicinali e l’Arte del Nadi Vigyan, l’Autodiagnosi mediante l’Analisi del Polso. Nel 2004 si Diploma Operatrice Massaggio Ayurvedico-Yoga con la M° Conception Shakti Martinez e le Tecniche di Purvakarma. Ha ricevuto il Blessing e l’instradamento all’insegnamento direttamente da Master Kusum Modak, creatrice della tecnica e discepola di B.K.S. Iyengar. Si è specializzata nel Massaggio Ayurvedico in Gravidanza per la Coppia e il Massaggio Baby Shantala. E’ Tecnico CSEN-CONI di Massaggio Ayurvedico e Tecniche Ayurvediche Nel 2006 ha ricevuto in India l’iniziazione al Oneness Blessing Diksha e tiene gruppi e incontri di Meditazione. Nel 2010 diventa Theta Healer DNA Base Pratictioner. E’ Istruttice di Postural Pilates Method PPM Attualmente vive e lavora a Bologna come Erborista, Terapista del Massaggio e Insegna Tecniche di Massaggio Ayurvedico. Collabora come Tecnica Cosmetica con la Maharishi Ayurveda.