La verità sul botox

botox

Nessuno vuole mai ammetterlo, ma una delle cose che la razza umana cerca disperatamente è il segreto dell’eterna giovinezza. La bellezza piace a tutti, e chi non la considera è tra i pochi eletti di questo mondo che riesce a guardare oltre la superficialità impostaci dalla società.

Ma noi non siamo qui per fare morale o etica ma per parlare del segreto dell’eterna giovinezza: la chirurgia plastica!
Che si possa essere d’accordo o meno, è ormai una pratica comune, specialmente per le fanciulle, quella di ricorrere a un aiutino per essere sempre fresche come delle rose, specialmente se abbiamo passato i 30 da un po’ e se ci sentiamo un po’, come dire, spente e magari vetuste.
La prima cosa che viene in mente a tutti qual e’? Il botox naturalmente, le iniezioni più famose del mondo, portate alla ribalta dalle star di Hollywood e diventate ormai parte del nostro background quotidiano.
Molti di noi lo fanno (ovviamente nessuno lo dice), molti vorrebbero farlo, molti si rifiutano e trovano la pratica stupida e pericolosissima… Ma è veramente così? Vediamo…

La tossina botulinica è una proteina neurotossica prodotta dal Clostridium Botulinum ed è uno dei più potenti veleni naturali al mondo. Presente in due forme A e B e tristemente nota per i casi di mucca pazza degli scorsi anni, la tossina botulinica (la forma A, nel nostro caso) trova da qualche tempo impiego nella chirurgia estetica, in quanto inibisce la produzione di acetilcolina, bloccandone il rilascio a livello muscolare. Questo impedisce il manifestarsi di rughe, tic o spasmi facciali (è anche usata per il trattamento della spasticità, sia nell’adulto che nel bambino).
Studiata e approvata per le rughe verticali della zona glabellare, ovvero la zona della fronte tra le sopracciglia, dà ottimi risultati, secondo i medici, anche sulle rughe frontali, sulle zampe di gallina e sulle naso labiali.  Il risultato è  molto interessante, anche se non permanente. La tossina viene iniettata tramite iniezioni sottocutanee e il trattamento dura dai 6 ai 9 mesi, per un costo che si aggira dai 350 ai 450 euro (spicciolo più, spicciolo meno).

Le fanatiche di questa pratica sono ovunque, e si tende sempre di più ad abusarne.. Leggendari sono i Botox party americani, dove le signore invitano un chirurgo plastico che le punzecchia mentre sorseggiano champagne e spettegolano con le amiche.
E l’abuso che cosa implica? Che dopo un po’ le espressioni facciali non esistono più, la fronte è bloccata e anche manifestare, per esempio rabbia, diventa praticamente impossibile.
Ma è solo quello il problema? L’esagerazione per poi trovarci tutti a somigliare a Barbie e Ken?
Favorevoli o contrari, non dobbiamo dimenticarci che si tratta di un veleno, quindi c’è da pensarci bene e soprattutto usare il buonsenso. Le reazioni avverse sono davvero tantissime, dai dolori muscolari, alla difficoltà di deglutire, a reazioni cutanee serissime, fino a facce sbilenche, ovvero muscoli che vengono bloccati in maniera erronea, che rendono il risultato molto simile alla Guernica di Picasso.
Inoltre, so bene che costa caro, molto caro, ma evitiamo di andare al risparmio. E’ fondamentale scegliere un professionista serio e competente, che avvisi i pazienti di tutti i possibili rischi prima di procedere. E’ importante informarsi sulla provenienza della tossina, in quanto per quelle di provenienza americana, è garantita la sicurezza, cosa che non si può dire dei farmaci prodotti in Cina o Corea, e se possibile preferite prodotti testati in Italia, non per patriottismo ma per una maggiore sicurezza personale.

Evitate i centri estetici che le propongono!! So bene che ci potrebbero essere un sacco di persone che potrebbero arrabbiarsi per quello che dico, difendendo il fatto che anche nei centri estetici le iniezioni vengono fatte da personale medico, ma il problema non è quello. Il punto è che le reazioni avverse, anche se rare, possono essere veramente gravi, e se la struttura in cui venite ” trattati” non è idonea a risolvere delle emergenze, può essere davvero pericoloso….

Sarebbe cosa buona, infine, informarvi anche sulla marca del filler che vi viene iniettato, in quanto è un’informazione importante, nel caso decidiate di cambiare chirurgo o aveste qualunque problema per cui vi tocchi ricorrere al medico.
In ogni caso per qualunque dubbio, riguardante la vostra salute o la vostra voglia di apparire più belli, chiedete sempre un parere al vostro medico, o al vostro farmacista di fiducia e non affidatevi a dei ciarlatani solo per risparmiare qualcosina.. Che sistemare i danni di un botulino fatto male, costa… oh se costa….. sia in soldi che in salute…..

The following two tabs change content below.
Farmacista per caso, la mia vera vocazione è la scrittura… Da sempre mi occupo di benessere e salute, un po’ perchè sto ancora cercando il mio nirvana, un po’ perchè credo fermamente in quel che faccio e nell’aiutare gli altri a star bene… Scrivo su riviste farmaceutiche e da poco mi sto avvicinando a canali più conosciuti. Ho appena avviato una collaborazione con Condenast per il sito Style.it, dove parlo di sesso e farmacia.. Ho un seguitissimo blog, dove parlo di tutto quello che tratta l’universo farmacia, e spesso e volentieri sono ospite a Radio Deejay in veste di “Carrie Bradshaw dell’universo farmacia”… Ma non di sola scrittura e farmacia vive la donna…

Ultimi post di Paola Piumazzi (vedi tutti)

  • Logico

    Non ho capito e non condivido il legame tra la malattia di Creutzfeldt-Jakob variante bovina (“mucca pazza”) e la tossina botulinica.
    Nella malattia nominata la proteina responsabile della neurotossicità è un prione e si poteva ritrovare in particolare nel midollo bovino (e nelle grandi ossa: da cui il temporaneo divieto per la bistecca “alla fiorentina”).

    La tossina botulinica invece si trova accidentalmente negli alimenti conservati in contenitore di latta (che si gonfiano caratteristicamente).

    La differenza mi sembra evidente e rivelante: per il botulismo esistono specifici antidoti (antitossine di derivazione equina), mentre per i prioni della “mucca pazza” non ci sono cure efficaci.

    • Ti ringrazio per il tuo commento e per la tua precisazione caro Logico. Forse mi sono spiegata male nel mio articolo, infatti io non ho parlato di un legame tra le due cose, ho solo dato una spiegazione per i lettori che magari sono meno avvezzi a certe precisazioni mediche. Non credo sia fuorviante, dal momento che mi sono rivolta a dei chirurghi plastici prima di scrivere l’articolo. In ogni caso grazie per il commento.:)