Salviamo la nostra salute con la Propoli

catsSarà il rumore della pioggia…Sarà che siamo a ottobre…Sarà che l’autunno si fa sentire…Sarà che il sole non splende più come prima…Sarà che il mare non è più celeste…Sarà che in farmacia i pazienti sono sempre raffreddati…Sarà che io amo il lavoro delle api…Sarà quel che sarà…Credo che oggi sia il momento migliore per trattare e approfondire insieme l’argomento:

  • Come prendersi cura della nostra salute con la propoli.

La conoscenza della propoli da parte dell’uomo, anche se non è antichissima come per il miele, risale tuttavia a millenni prima della nostra era. Conosciuta ed utilizzata dai sacerdoti dell’antico Egitto, un pò più tardi anche da quelli Greci. Infatti la sua attuale denominazione deriva dal greco “pro“, che significa “davanti a”, e “polis” = “città” o “comunità” legata al fatto che le api, dopo il raccolto, elaborano l’insieme di cera, polline ed altri enzimi per difendere il loro alveare. Più precisamente le api, si servono della propoli per otturare tutte le fessure eventualmente presentate dall’arnia o dalla loro dimora naturale e per verniciare le parti interne con un sottile strato.

La propoli contiene prevalentemente resine e un olio essenziale ricco di terpeni, ma anche acidi organici (caffeico, ferulico ecc), cere e flavonoidi di vario tipo, che rappresentano il 10% del peso della droga. Tra i numerosissimi flavonoidi ricordiamo: crisina, acacetina, apigenina, galangina, isalpinina, ramnocetrina, quercetina, ermanina, betulenolo, isoramnetina, pinocembrina, pinostrobina.

Sperimentalmente a carico della Propoli sono state dimostrate: attività antiflogistica e anticomplementaria, con inibizione della sintesi di prostaglandine e leucotreni da parte dei macrofagi. Inibizione della liberazione di istamina in risposta a stimoli flogogeni, inibizione dell’edema da carragenina, riduzione della permeabilità vascolare e della fragilità capillare. Attività antivirale nei confronti del virus influenzale, herpes simplex, adenovirus. Attività batteriostatica e battericida nei confronti di stafilococchi, streptococchi, salmonelle, Proteus vulgaris, Bacillus subtilis, Bacillus alvei, Escherichia coli, Shigella disenteriae, Corynebacterium difteriae, Klebsiella ozenae e in parte i micobatteri.

Attività anti-Trichomonas e miceti, in particolare Candida, Trichosporum, Epidermophyton e Trichophyton.
Attività antiradicali liberi, dovuta alla presenza dei flavonoidi, dei minerali e delle vitamine.

La propoli, può essere assunta in una persona sana solitamente per aumentare le difese immunitarie dell’organismo. Invece, secondo l’etiologia e la gravità della malattia in questione, la propoli potrà essere assunta da sola o in associazione ad altre terapie nelle affezioni otorinolarigoiatriche, particolarmente nelle faringiti, rinofaringiti, laringiti, riniti, sinusiti, otiti.
Nel cavo orale la propoli è un ottimo presidio per l’igene dentaria generale, alitosi, gengiviti, glossiti, stomatiti ulcerose, afte, dolori ed infezioni dentarie (ascessi in particolare), conseguenze da estrazioni, parodontiti, candidosi orale.
Essenzialmente per via locale viene utilizzata nelle contusioni, ferite, geloni, screpolature, per il trattamento delle ustioni, per ascessi, foruncoli e acne. Ed ancora nelle ulcere varicose, nelle cicatrizzazioni lente e difficili, eczemi, psoriasi, calli, verruche e cicatrici cheloidi.
Le uniche controindicazioni della propoli sono riferibili alla possibilità di procurare allergie e intolleranze. Perciò, non deve essere usata in gravidanza, durante l’allattamento e in tutti i soggetti predisposti alle allergie e alle intolleranze.

Bibliografia:

  • Fabio Firenzuoli. Fitoterapia. Guida all’uso clinico delle piante medicinali IV edizione, pag. 197.
The following two tabs change content below.

Adriana Prifti

Mi chiamo Adriana Prifti sono laureata nel 2008 al corso di laurea in Informazione Scientifica del Farmaco e nel 2012 al corso di laurea in Farmacia. Attualmente sono iscritta al Master di secondo livello in Medicina Integrativa con indirizzo Fitoterapia Clinica. Sono appassionata e specializzata in dermocosmesi. A tutti coloro che leggeranno i miei articoli, mi auguro di trasmettere non solo la mia passione per i rimedi naturali, ma anche e sopratutto il mio amore nel contribuire ad aiutare le persone a riacquistare la salute e il benessere.