Osteoporosi cause e sintomi

osteoporosiPer osteoporosi si intende una condizione per cui lo scheletro è soggetto ad un maggiore rischio di fratture, in seguito alla diminuzione di massa e alle modificazioni della microarchitettura delle ossa. Le ossa più facilmente interessate alla diminuzione del tono di calcio sono le vertebre dorso-lobari, femore e polso.

I principali sintomi sono;  fratture, dolore alle ossa e muscoli.

L’osso è formato dalla:

  • componente minerale in cui è presente l’idrossiapatite di calcio.
  • midollo osseo che da luogo alle cellule del sangue.
  • I sali di calcio si depositano sulla sostanza fondamentale, fatta di collagene. Nella sostanza fondamentale si trovano gliosteociti ramificati nell’osso.
  • Osteoblasti; provvedono all’accrascimento e nutimento dell’osso.
  • Osteoclasti; hanno funzione di erodere l’osso per far si che si disrugga e permettere la sauccessiva ricostruzione.

La causa principale di questa patologia è nella perdita dell’equilibrio fra osteoblasti e osteoclasti.

I principali FATTORI DI RISCHIO che aumentano la probabilità che l’osteoporosi si manifesti sono:

  • menopausa ( si riscontra una maggiore produzione di osteoclasti, causata dalla perdita di estrogeni.)
  • dieta carenza di calcio, proteine , vitamina D e C
  • abuso di alcol
  • fumo di sigaretta
  • anoressia
  • inattività fisica
  • fattori genetici.

Una dieta ricca di calcio e vitamina D è fondamentale per prevenire e combattere l’osteoporosi. Per favorire il raggiungimento ed il mantenimento della massa ossea è importante ridurre il consumo di dolci e bevande alcoliche osservare una dieta povera di sale, dato che il sodio, oltre a peggiorare un eventuale ipertensione favorisce la demineralizzazione, eliminare il fumo di sigaretta che ha un effetto negativo sulla massa osse.

L’assorbimento del calcio presente negli alimenti è favorito dalla contemporanea presenza di:

  • vitamina D (contenuta nei grassi animali)
  • zuccheri ed in particolare di lattosio (lo zucchero del latte)
  • alcuni aminoacidi
  • rapporto ottimale tra fosforo e calcio

La composizione in macro e micronutrienti di latticini e pesce azzurro favorisce l’assorbimento del calcio in essi contenuto, alcune sostanze presenti nei vegetali rendono più difficile tale processo.Se il calcio viene assunto durante i pasti il suo assorbimento risulta migliore rispetto all’assunzione a stomaco vuoto. Fondamentale oltre al calcio è importante anche la vitamina D che può essere sintetizzata dall’organismo umano, negli strati più profondi dell’epidermide per esposizione al sole.

The following two tabs change content below.

Filomena Lettiero

nata il 1985. Sono laureata in scienze degli alimenti e nutrizione nel 2013 presso l'universita degli studi di Napoli Federico II (NA) ho svolto Tirocinio per l' ambulatorio di medicina non convezionale presso " Ospedale S.Paolo (Na) nel 2009. Spero di trasmettere le mie passioni le quali sono state arricchite dal mio percorso di studi.