“Il frutto della medicina”: la melagrana e le sue virtù

melogranoQuale sarà il “frutto della medicina” e per quale motivo è così nominato?
Scopriamolo insieme.

La melagrana è il frutto del melograno, pianta della famiglia delle Punicaceae, il cui nome scientifico è Punicum Granatum. La pianta è originaria delle zone asiatiche, i fiori sono di colore rosso, le foglie sono opposte ed allungate e il frutto (la melagrana) è una bacca con la buccia dura e al suo interno contiene molteplici semi ricoperti da una polpa succosa.

Ippocrate, il padre delle Medicina, focalizzò la propria attenzione su questo frutto elogiandone le molteplici virtù, virtù dimostrate successivamente dalla scienza moderna.
Nella simbologia ebraica il melograno è simbolo di onestà, mentre nella cultura occidentale e orientale è considerato il frutto della fertilità.

Dal punto di vista nutrizionale il melograno è un frutto che apporta solo 60 Kcal per 100 grammi di prodotto e contiene una gran quantità di acqua, zuccheri, fibre, proteine e pochissimi grassi.
Inoltre il frutto contiene vitamine ( gruppo B, A e C), sali minerali ( potassio, fosforo, magnesio, sodio, ferro).

Per l’elevato contenuto di flavonoidi, antiossidanti, acido ellagico e acido gallico, il melograno viene definito il “frutto della medicina”.
Molteplici sono i benefici attribuiti a tale frutto. Essi sono:
– proprietà astringenti: dovute alla presenza di tannini nella corteccia e nei fiori,
– proprietà antiossidante: dovute ai polifenoli e alla vitamina C,
– proprietà antidiarroiche: dovute alla presenza di tannini.
Le proprietà su citate sono state dimostrate in vari studi clinici; mentre per la presenza di flavonoidi si ritiene che la melagrana possa avere anche azione anti-trombotica, vaso-protettricee per la presenza di polifenoli ha a zioni positive anche sull’apparato cardiovascolare.
Negli ultimi anni l’attenzione è stata rivolta all’acido ellagico, sostanza presente anche nelle fragole e nei frutti rossi e che, secondo l’ Istituto di Cancro del Sud Carolina, sembra induca la morte delle cellule cancerose.
Le proprietà anti-tumorali di questo frutto sono state dimostrate in varie ricerche, ricerche condotte in Wisconsin nel 2007 e in Israele rispettivamente da Hasan Mukhtar e Michael Aviram.
Come detto all’inizio dell’articolo, il melograno è ritenuto il frutto della fertilità e secondo alcuni studi ha effetti positivi sull’apparato sessuale maschile. In una ricerca è stato valutato il consumo del succo nei ratti ed è emerso che vi è un aumento dei livelli di testosterone e della qualità e mobilità degli spermatozoi.
Nonostante le molteplici virtù è necessario che i soggetti diabetici non consumino questo frutto altamente zuccherino.

Il melograno è utilizzato molto anche in campo cosmetico per la preparazione di creme per pelli mature con il fine di contrastare l’invecchiamento cutaneo.

Prima di scrivere questo articolo ero confusa su che argomento trattare, troppe idee.
Alla fine ho scelto questo frutto poiché questo è il periodo in cui abbonda al mercato e voi potete scegliere di acquistarlo con più consapevolezza.

The following two tabs change content below.

Ada Di Lecce

Classe 1983. Laureata in "Scienze erboristiche" alla Facoltà di Farmacia "Federico II" nell'ottobre 2009 e successivamente in "Scienze degli alimenti e nutrizione". Nutro gran passione per il magico mondo delle erbe.