Verdura ed Ortaggio: Differenze

Molto spesso mi capita di sentire persone che utilizzano i termini “verdura” ed “ortaggio” come sinonimi.
Sbagliano?
Dipende dal modo in cui concepiamo i due termini, infatti in campo gastronomico gli ortaggi vengono chiamati verdure.
Capiamo insieme qual è la differenza tra i due termini.

Il termine “verdura” si riferisce alle diverse parti di una pianta (fusto, radici, foglie…)che possono essere ingerite crude o previa cottura.
Le verdure comprendono sia i vegetali coltivati sia quelli selvatici come la rucola e il radicchio; ma sono esclusi i legumi, i cereali e le spezie.
Le verdure si caratterizzano per l’elevato contenuto in acqua, dal 75 al 95%; per la minima quantità di carboidrati, proteine e lipidi, e per la presenza della fibra alimentare importante per la prevenzione di patologie gastrointestinali. Proprio per la presenza di fibra, componente alimentare dall’effetto saziante, il consumo di verdura è consigliato da nutrizionisti e dietologi nelle diete.
Altra caratteristica importante delle verdure è il contenuto di vitamine e sali minerali: le vitamine sono importanti per conservare la struttura di organi e tessuti, per la sintesi ormonale.
Le verdure di colore verde sono ricche di fibra, vitamine A, E, C, K, acido folico; le verdure giallo-arancio sono ricche in beta-carotene, un potente antiossidante utile a prevenire la formazione di radicali liberi.

Il termine “ortaggio”, invece, fa riferimento a tutti i prodotti dell’orto e comprendono piante, foglie, radici, semi, frutti con caratteristiche nutrizionali comuni.
Gli ortaggi sono alimenti poco calorici e facilmente digeribili, contengono acqua, poche proteine e grassi, vitamine, sali minerali.
Gli ortaggi si dividono in:
– ortaggi da frutto: pomodori, zucchine, cetrioli, melanzane;
– ortaggi da fiore: asparagi, carciofi;
– ortaggi da seme: legumi;
– ortaggi da foglia: cavoli, bietole, lattuga;
– ortaggi da fusto: sedano, finocchi;
– ortaggi da radice: ravanelli;
– ortaggi da tubero: patate;
– ortaggi da bulbo: cipolle, scalogno, aglio.

Dopo la raccolta gli ortaggi subiscono una riduzione del tenore di vitamine.

E’ sempre preferibile scegliere verdura ed ortaggi di stagione sia per fattori economici sia salutistici.
Per aiutarvi a sceglierli nel modo migliore elencherò qui i prodotti tipici del mese di Novembre:
Carciofi, Zucca, Carote, Cipolle, Broccoli, Cavolfiore, Sedano, Rucola, Indivia, Finocchi, Broccoli.
Scegliendo questi prodotti il vostro organismo vi ringrazierà!

Coloro che utilizzano i due termini come sinonimi non sbagliano affatto!!!
Importante è la consapevolezza nella scelta dei prodotti.

The following two tabs change content below.

Ada Di Lecce

Classe 1983. Laureata in "Scienze erboristiche" alla Facoltà di Farmacia "Federico II" nell'ottobre 2009 e successivamente in "Scienze degli alimenti e nutrizione". Nutro gran passione per il magico mondo delle erbe.