Dal macrocosmo al microcosmo: l’essere umano come specchio della Natura. Seconda parte.

Nel cerchio ideale che si percorre in senso orario, a seguito della Terra, che abbiamo trattato nell’articolo precedente, troviamo l’elemento ARIA. L’aria è la rappresentazione del respiro, dei polmoni, di ciò che è leggero e volatile … proprio come le idee e il pensiero. E’ ciò che fornisce agli esseri viventi l’ossigeno indispensabile alla vita.

Il primo aspetto fisico legato all’aria è appunto il respiro. Respirare in modo sano è fonte di salute e4_elements_by_uibi di benessere, ma purtroppo la maggioranza delle persone manifesta blocchi parziali, o molto estesi, della respirazione. Il respiro completo e corretto, consente di riequilibrare numerosi aspetti: migliora le prestazioni mentali (per via della maggiore quantità di ossigeno disponibile), e la circolazione sanguigna, riduce gli stati ansiosi e la mancanza di autostima, migliora il comportamento, la determinazione e la forza individuale, inoltre gradualmente, gli organi iniziano ad essere più efficienti, perché maggiormente disintossicati, e l’energia vitale aumenta in modo sensibile.

Gran parte delle persone manifesta, al contrario, blocchi del diaframma o degli apici polmonari, che hanno origine dalla rigidità muscolare: ciò impedisce la completa espansione dei polmoni, nonchè la loro completa ‘spremitura’ nella fase di espirazione, quindi si genera un ristagno di aria carica di anidride carbonica. Questi ‘blocchi’ derivano, generalmente, da emozioni non risolte, o traumi infantili che la persona non è riuscita ad elaborare (o della cui presenza è inconsapevole).

Il fatto stesso di esercitarsi nel respirare in modo ‘completo’, aiuta a sciogliere i blocchi muscolari ed emozionali, a carico dell’apparato respiratorio. All’inizio si tratta di esercizi da eseguire con calma e gradualità, per abituare il sistema ai nuovi movimenti e al maggiore flusso di ossigeno, ma successivamente ci si rende conto di quanto aumenti la capienza dei polmoni, e a seguire l’efficienza dell’apparato vocale.

Un metodo per esercitarsi nella respirazione in modo dinamico, è quello di praticare una camminata a passo deciso (circa 1000 passi), una volta al giorno.

A livello “sottile”, l’elemento aria è collegato al pensiero. Purtroppo, la nostra vita quotidiana è spesso costellata da pensieri negativi: è dimostrato che la mente degli occidentali si concentra su pensieri negativi per il 70% della sua attività quotidiana; questi pensieri producono alterazioni a tutti i livelli, anche e soprattutto fisici, determinando un graduale peggioramento dell’equilibrio psicofisico. Camminare e respirare, consente di compensare questo eccesso di attività cerebrale, favorendo lo stato di rilassamento mentale. Inoltre, queste attività (semplici e gratuite, alla portata di tutti), sono di grande aiuto per superare giornate stressanti, periodi laboriosi, fasi di concentrazione intensa, rabbia.

Non dimentichiamo che ogni elemento è concatenato agli altri, quindi lo squilibrio in uno di essi alla lunga condiziona anche i rimanenti, ma allo stesso tempo portare equilibrio in un elemento, contribuirà a sostenere positivamente anche gli altri.

Nel prossimo articolo ci dedicheremo all’energia del fuoco.

The following two tabs change content below.

Ada Di Lecce

Classe 1983. Laureata in "Scienze erboristiche" alla Facoltà di Farmacia "Federico II" nell'ottobre 2009 e successivamente in "Scienze degli alimenti e nutrizione". Nutro gran passione per il magico mondo delle erbe.