Depurare l’organismo dopo gli eccessi delle feste

dieta-per-disintossicarsi2Le feste sono ormai un ricordo ma molti di noi, durante le festività, hanno sicuramente dimenticato i buoni propositi ed hanno accumulato scorie e di conseguenza i dannosi radicali liberi.
Quanti di noi hanno ecceduto con alcool, zuccheri e grassi?
E quanti si sentono appesantiti e affaticati?
Ormai il danno è fatto ma è possibile rimediare e depurare l’organismo con l’alimentazione. Sì, l’alimentazione e a tal proposito desidero ricordare una massima di Ippocrate, il papà della medicina: “Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”. Una sana e corretta alimentazione può esser la giusta medicina. Tra gli alimenti depurativi ci sono:

  • l’acqua e limone, un mix perfetto per disintossicare e depurare l’organismo. Si consiglia di bere, al mattino appena alzati, un bicchiere di acqua tiepida con una spremuta di limone. Acqua e limone utilissimi per eliminare le scorie e le calorie in eccesso, favorire il transito intestinale, riduce il senso di acidità e di nausea.
  • il songino, un’insalata con foglie carnose, piccole e verdi.Sono note due varietà: la varietà d’Olanda con foglie lunghe ed allargate, e la varietà d’Etampes con foglie corte. E’ ricco di vitamina A e C, di oligoelementi (potassio, fosforo) e fibra. Il songino è utile nell’arteriosclerosi, nell’anemia, rinforza i capillari, stimola l’attività epatica e renale, ha azione lassativa ed è indicato per tutti coloro che soffrono di stitichezza.
  • la barbabietola rossa, tubero dal colore intenso e dalle molteplici proprietà. Contiene fibra solubile ed insolubile, importante per le funzioni intestinali e per tenere sotto controllo i livelli di zuccheri e colesterolo; oligoelementi (sodio, ferro, calcio, magnesio) ed è consigliata in tutti i casi in cui c’è necessità di remineralizzare l’organismo; vitamine del gruppo B, utili per rafforzare il sistema immunitario ed attivare il metabolismo cellulare; vitamina C presente nel tubero e vitamina A presente nelle foglie. Della barbabietola è possibile mangiare foglie, radici sia crude sia cotte. Io consiglierei, per non perdere i nutrienti termolabili, di mangiare la barbabietola cruda, magari in un’insalata e condire il tutto con succo di limone, che favorisce l’assorbimento del ferro. Si sconsiglia il consumo di questo tubero a chi soffre di gastrite. a chi ha calcoli renali e ai diabetici.
  • le mele, ricche di sostanze benefiche all’organismo. Contengono pectina, fibra solubile, che aiuta a controllare i livelli di colesterolo e a regolarizzare le funzioni intestinali. Inoltre contengono acido malico, acido tartarico, vitamina C, sali minerali: elementi indispensabili nei processi di depurazione.Sono note molteplici varietà di mele: le Granny Smith e le Stayman sono quelle che presentano maggiori proprietà depurative. Le Granny Smith hanno buccia verde brillante e lucida. Sono croccanti e succose, dal sapore dolce leggermente acidulo; le Stayman, invece, hanno polpa croccante e sapore acidulo. Entrambe le varietà sono coltivate in Valtellina.

Anche dal mondo fitoterapico vi giunge un aiuto per depurare il vostro organismo e a tal proposito vi suggerisco una tisana con tre ingredienti super:

  • CARCIOFO FOGLIE 40g
  • TARASSACO RADICE 30g
  • FINOCCHIO FRUTTI 30g.

Si consiglia di assumerne un paio di tazze al giorno per 2-3 settimane. Questa tisana è perfetta per stimolare il lavoro di fegato e reni e facilitare l’eliminazione di scorie e tossine.

Primo proposito del 2014: DEPURARSI! Per realizzarlo sia l’alimentazione sia la fitoterapia ci aiutano, quindi cogliamo l’occasione e approfittate di questi consigli.

The following two tabs change content below.

Ada Di Lecce

Classe 1983. Laureata in "Scienze erboristiche" alla Facoltà di Farmacia "Federico II" nell'ottobre 2009 e successivamente in "Scienze degli alimenti e nutrizione". Nutro gran passione per il magico mondo delle erbe.