Tecnologia e Dieta, Come Combinarle?

noomVediamo come! Premetto che le due parole le sentiamo spesso dire sia dai professionisti della salute che dalle stesse persone che vogliono dimagrire in un modo abbastanza diffidente e scettico. Il mio anticonformismo a certi preconcetti e pregiudizi mi ha sempre fatto guardare oltre le barriere alzate dalla società stessa. Perciò chiariamo subito un concetto semplice, la dieta è il modo con cui noi esseri ci alimentiamo e non una condizione a cui obblighiamo il nostro corpo a selezionare degli alimenti in base al loro contenuto calorico. Perciò la dieta deve essere come un cognome che segue sempre il nome oppure come un’ombra che ci segue sempre. Deve essere più uno stile personale che possa risaltare il nostro essere e benessere.

Dall’altra parte tutti sappiamo che la tecnologia ha fatto passi da gigante nel campo della bellezza e della cosmesi e soprattutto nel campo della medicina estetica e nutrizionale. Il problema che le operazioni chirurgiche e i prodotti cosmetici di bellezza in commercio sono costosi, e spesso non sufficienti a dare un miglioramento soddisfacente negli occhi degli acquirenti.

Dunque, perchè non unire l’utile al dilettevole. Di recente per chi ha uno smartphone o un tablet è stata inserita una applicazione sia su play store di Google che su Apple store che si chiama NOOM. Un coach online che in pratica insegna all’utilizzatore cosa mangia e dà molti consigli su come selezionare gli alimenti sani da quelli meno sani.

Personalmente, ho trovato questa applicazione eccellente, perchè è in grado di muovere la coscienza delle persone riguarda all’alimentazione. Contiene un database davvero impressionante, basta inserirci il nome degli alimenti che si stanno per ingerire o che sono stati ingeriti e si avrà il numero delle calorie che si stanno per prendere o che sono state prese. Registra il numero di calorie consumate in tutto l’arco della giornata e poi a fine giornata ci dice se abbiamo mangiato troppo o poco rispetto al programma di regime dietetico impostato all’installazione. Infine, nella versione gratuita presenta un contatore di passi, impostato per 2000 passi giornalieri che viene automaticamente adeguato al nostro ritmo di attività quotidiana. Nella versione a pagamento ci sono più funzioni ma penso che quella gratuita sia abbastanza ricca da farci pensare e riflettere ogni qualvolta che abbiamo una bella carbonara avanti agli occhi.

Come farmacista mi sento anche di consigliarla perchè oltre a tutte queste funzioni ci dice anche la percentuale di carboidrati, proteine e grassi che ogni giorni consumiamo, in modo che le prossime volte facciamo più attenzione in caso di eccessi. Inoltre una delle cose che mi ha davvero colpito è stata la dimostrazione delle affermazioni che dice l’applicazione con degli articoli che sono pubblicati su pubmed.gov (per chi non lo sa, è un sito Americano che rappresenta il più grande database di letteratura scientifica biomedica esistente del mondo). Sfortunatamente per noi Italiani, il programma credo è disponibile solo in lingua inglese o tedesca.

Comunque vada è da provare! Personalmente ho usato questa applicazione per la sua capacità di contare le calorie perchè molte cose che sono indicate le conoscevo. Dico solo che usandola ho tolto tre chilogrammi in un mese, scegliendo il camminare come attività sportiva. Sarei curioso di sapere la vostra esperienza se l’avevate già provata oppure se la provate. Grazie per la lettura!

The following two tabs change content below.

Ragheb El Assouad

Farmacista Italo-Sirano esperto di digital marketing farmaceutico. Credo molto nel potenziale nelle informazione medica digitale nel migliorare l'efficacia dei servizi del sistema sanitario. Offro soluzioni alternative a chi ne ha bisogno.