Olio di Cocco puro dal punto di vista cosmetico

olio di cocco puro

Quando ho cominciato ad autoprodurre il sapone utilizzavo solo olio di oliva, ma nonostante mi soddisfacesse dal punto di vista dei benefici, mi dispiaceva il fatto che producesse poca schiuma; pensavo che la ricca schiuma la producessero solo i saponi e i bagnoschiuma industriali per la presenza di tensioattivi. Studiando e documentandomi ho scoperto che l’ingrediente mancante era l’olio di cocco e quindi l’ho cominciato ad inserire nelle mie formulazioni e penso che il sapone prodotto con quest’olio non abbia nulla da invidiare ad un famoso prodotto preparato con un po’ di crema idratante……

E’ un olio vegetale estratto dalla pressatura della polpa esiccata del frutto (Copra) della palma da cocco (Cocos Nucifera), la noce di cocco.

L’olio di cocco puro contiene circa il 90% di acidi grassi saturi, simili ai grassi saturi di origine animale, con basse percentuali di acido stearico ed alte di acido laurico (44-51%) e acido miristico, e tra gli oli vegetali è tra quelli che hanno la minore quantità di acidi grassi insaturi, solo il 7% di acido oleico.

Si presenta solido a temperature inferiori dei 24°C, di color avorio, ma con l’aumentare della temperatura cambia stato e diventa liquido, è molto stabile e si ossida molto lentamente quindi irrancidisce con difficoltà; questa sua importante caratteristica fa sì che venga usato ampiamente nell’industria alimentare e non, nell’industria cosmetica e nella medicina naturale.

Nei prodotti cosmetici i derivati dell’olio di cocco sono presenti in quasi tutte le formulazioni, adesempio:

  • la coco-betaine nome INCI di un tensioattivo anfotero ottenuto dagli acidi grassi dell’olio di cocco e dalla betaina, lo troviamo nei prodotti per la detergenza della persona: saponi liquidi, shampoo, bagnoschiuma, detergenti intimi; migliora la qualità della schiuma che risulta più fine e cremosa, inoltre riduce l’aggressività dei tensioattivi anionici primari.
  • Caprylic/capric triglyceride nome INCI di un triestere formato da acidi caprilici e caprici derivati dalla noce di cocco e dalla glicerina. Utilizzato principalmente come emolliente, penetra velocemente nella pelle e forma una barriera non grassa e leggera che consente di rallentare la perdita di acqua transepidermica. È altamente dermocompatibile e non irrita le pelli più sensibili. Utilizzato come disperdente, emolliente e condizionante. Infatti lo troviamo tra gli ingredienti principali di balsami e maschere per capelli ma non solo.

Inoltre nel Biodizionario viene ritenuto un ingrediente “sicuro” sia dal punto di vista della salute che dal punto di vista dell’impatto ambientale.

Ma di sostenze derivate dall’olio di cocco impiegate nella cosmesi ne abbiamo tante anche perche’ si usa inoltre nella formulazione dei burri corpo, burrocacao, saponi e schiuma da barba, dentifrici e cosa importantissima (per me) nella formulazione dei saponi.

Prendete un panetto di sapone e provate a leggere l’etichetta, l’olio di cocco rappresenta il secondo ingrediente (sodium cocoate), alcune volte l’unico….ma ciò non indica che avete comprato un prodotto scadente anzi, il suo largo uso in cosmetica è anche dovuto alle sue benefiche proprietà sulla pelle e i capelli. Protegge la pelle dalla secchezza e dall’invecchiamento soprattutto dopo l’esposizione al sole, i capelli trattati con prodotti a base di olio di cocco (anche facendo semplici impacchi con olio di cocco puro prima del consueto shampoo) diventano più corposi, lucidi e sani.

L’olio di Cocco puro è l’ingrediente base anche del rinomato Monoi di Tahiti (usato per la tolettatura dei capelli dalle donne polinesiane), un olio vegetale profumato ottenuto dalla macerazione dei fiori di Tiarè nell’olio di copra.

Nelle formulazioni dei miei saponi l’olio di cocco rientra sempre in percentuali che vanno dal 10 fino al 30%, le caratteristiche che conferisce al sapone sono oltre alla stabilità del prodotto finito, la schiuma che viene prodotta è stupenda (il sapone al cocco è l’unico che produce schiuma anche con l’acqua di mare) morbida, cremosa e duratura che si sciacqua all’istante lasciando una sensazione di morbidezza ed idratazione unica.

Si possono formulare anche saponi con solo olio di cocco puro ma la quantità soda da aggiungere per far sì che avvenga la reazione di saponificazione deve essere scontata di parecchio perché altrimenti andrebbe a seccare la pelle invece che a nutrirla; come pure bisogna essere veloci nella lavorazione perché subito si addensa (raggiuge la fase del “nastro” in pochissimi minuti) e va anche tirato fuori dagli stampi e tagliato subito perché indurisce molto velocemente.

Un accostamento ideale per avere un prodotto di qualità sarebbe quello di usare nella formulazione oltre all’olio di oliva anche il burro di Karitè, l’olio di crusca di riso, l’olio di canapa (accostamento ideale nei saponi-shampoo), olio di jojoba e argan, in questo caso li protegge anche dall’irrancidimento nel prodotto finito.

Anche per me l’olio di cocco è stata una piacevole scoperta, mentre m’imbarcavo nell’avventura della cosmesi, all’inizio ero diffidente, soprattutto nei confronti degli ingredienti “esotici”, ma basta trarre sempre l’aspetto positivo e scegliere in maniera consapevole sempre con un occhio di riguardo alla provenienza delle sostanze e cercare di contribuire nel mio piccolo a salvaguardare il mondo in cui vivo

The following two tabs change content below.

Dahuk El Assouad

Mi sono laureata in Farmacia presso l'università degli studi di Camerino in cui ho anche lavorato come borsista presso il dipartimento di scienze farmacologiche e medicina sperimentale dal 2000 al 2002 pubblicando come coautrice di numerosi articoli pubblicati riviste scientifiche internazionali riguardanti le modificazioni recettoriali del sistema colinergico a livello periferico nella malattia di Alzheimer. Dopodichè ho lavorato presso le farmacie territoriali in Abruzzo fino al 2013. Appassionata di cosmesi eco bio realizzata con prodotti eco-friendly, dal 2014 sono diventata titolare di una piccola azienda cosmetica artigianale che produce soprattutto saponi biologici.

Ultimi post di Dahuk El Assouad (vedi tutti)