La pappa reale, un elisir di benessere. Consigli per l’uso!

pappa_realeI prodotti dell’alveare sono il risultato del lavoro delle api e comprendono miele, propoli, polline e pappa reale. Quest’ultima è un alimento consumato da molti, magari su consiglio medico, ma forse non tutti conoscono davvero le caratteristiche di questo prodotto presente in commercio nelle varie formulazioni: cruda, liofilizzata, sottoforma di pillole, capsule e in miscela con il miele; ma la sola formulazione che raccoglie consensi dal punto di vista nutrizionale è proprio la prima, ossia quella cruda o fresca. Si presenta come una sostanza semifluida, gelatinosa e dalla caratteristica colorazione bianco-giallognola.

Viene secreta dalle ghiandole ipofaringee e mandibolari delle api operaie ed è definita “reale” poichè è l’alimento essenziale dell’ape regina e delle giovani larve durante i primissimi giorni di vita.

Leggendo in vari forum, le domande piu’ frequentemente chieste sono: “ la pappa reale fa ingrassare? e tale alimento può essere consumato in gravidanza?” Da sola non fa ingrassare poichè contiene poche calorie: 100 grammi di prodotto, infatti, includono solo 150 calorie. La pappa reale è un alimento lipidico-glucidico-proteico ed è costituita per il 15% da carboidrati semplici, per il 6% da lipidi, il 10% da proteine e per il 65% da acqua. La frazione lipidica è costituita da acidi grassi insaturi a catena corta; quella glucidica da glucosio, saccarosio,
fruttosio e maltosio. Cio’ spiega la quantita’ energetica limitata presente all’interno di questo alimento. Inoltre essa apporta sali minerali (calcio, fosforo, potassio), vitamine ( A, E, gruppo B), acido folico, colina, acetilcolina, roialisina (molecola con proprietà antibiotiche), acido 10-idrossidecenoico (10-DHA). L’acido 10-DHA è un acido grasso dalle proprietàa antibatteriche e antitumorali ed è presente solo ed esclusivamente nella pappa reale fresca e tende a diminuire man mano che il prodotto invecchia. Componenti che potrebbero indicarne un pro-utilizzo anche in gravidanza, ma dato che non vi sono studi clinici in grado di dimostrare la sicurezza del prodotto sul feto, se ne sconsiglia l’uso.

Il consiglio migliore al momento dell’acquisto della pappa reale fresca è di verificare che l’acido 10-DHA sia presente in percentuale di almeno 1,9, in quanto al di sotto di questa soglia tale acido non esercita le sue proprietà. Generalmente, la pappa reale è indicata a tutte le età e viene consigliata come integratore quando vi
è necessità di sostenere l’organismo ed è tipicamente assunta in primavera e in autunno ossia nei cosiddetti “cambi di stagione”. Ha importanti benefici per la salute:

– Svolge un’azione immunomodulatoria, ossia è in grado di stimolare e regolare la risposta del sistema immunitario nei confronti delle aggressioni esterne dell’organismo.
– Riduce i livelli di colesterolo.
– Ha proprietà antinfiammatorie.
– Azione antiossidante.
– Azione antibatterica.
– Azione antianemica, svolta dall’acido folico.
– E’ utile in caso di stress e affaticamento.

La pappa reale fresca o cruda deve essere conservata in frigorifero ad una temperatura di 0-5° C affinchè non perda le sue caratteristiche. Deve essere assunta al mattino a digiuno per almeno 30 giorni e la dose consigliata è di 1 gr per gli adulti e 500 mg per i bambini. La somministrazione deve essere sublinguale e la pappa reale deve essere deglutita lentamente.

Tuttavia, occorre fare attenzione in quanto nei soggetti predisposti ad allergia al polline e al miele potrebbero manifestarsi reazioni allergiche caratterizzate da orticaria, asma e, nei casi più gravi, shock anafilattico; inoltre, la pappa reale potrebbe fare interazione con alcuni farmaci tra cui il warfarin, un anticoagulante.

La natura ci offre molteplici prodotti utili a ripristinare gli equilibri psicofisici e la pappa reale gode di questa fama e migliora le condizioni fisiche ed è un vero elisir di benessere.

Bibliografia:

  • Umberto Nardi: Apiterapia, ed. Aporie, 1992
  • Cristina Mateescu: Apiterapia, ed. M.I.R. 2008
  • Theodore Cherbuliez: Curarsi con tutti i prodotti delle api, ed RED/Studio redazionale, 2006
  • W. PEDROTTI” – “IL MIELE E I PRODOTTI DELL’ALVEARE” – GRUPPO DEMETRA – 1993
  • Thien FC, Leung R, Baldo BA, Weiner JA, Plomley R, Czarny D (1996). “Asthma and anaphylaxis induced by royal jelly”. Clin Exp Allergy 26 (2): 216–222.

Sitografia:

The following two tabs change content below.

Ada Di Lecce

Classe 1983. Laureata in "Scienze erboristiche" alla Facoltà di Farmacia "Federico II" nell'ottobre 2009 e successivamente in "Scienze degli alimenti e nutrizione". Nutro gran passione per il magico mondo delle erbe.